Rosacroce

Societas Italica Rosae✠Crucis

S.I.R.✠C.

Il 21 Marzo 2017 nel Segno dell’Ariete, Fuoco degli Inizi, i Fratres et Sorores liberamente riuniti nell’impulso della Cerchia Interiore della Rosa+Croce, manifestano nella Sfera del Regno la Societas Italica Rosae+Crucis.

La Societas Italica Rosae+Crucis è una libera società che coltiva la tradizione Rosicruciana, fondata dal nostro Pater et Frater Christian Rosenkreutz, con particolare riferimento alla tradizione italiana dei nostri venerati Maestri Passati: si rifà al cenacolo operante in Italia nel XVII° secolo sotto la guida di Federico Gualdi, sotto il patronato della regina Cristina di Svezia (1626-1689), esiliata a Roma, di cui facevano parte Giuseppe Francesco Borri (1627-1695), Francesco Maria Santinelli (1727-1697), Massimiliano Savelli Palombara (1614-1685). La Societas è anche il risveglio dell’antica linea rosicruciana discendente dei Padri Serviti di Monte Senario a Firenze nel 1477, come completamento di un ciclo di 108 anni.

La Societas nasce su ispirazione dell’impulso Rosicruciano originario, che in forma occulta cominciò ad agire già nel XIII° secolo e successivamente emerse in forma essoterica con i Manifesti Rosacroce, ovvero la Fama Fraternitatis Rosae Crucis (1614), Confessio Fraternitatis (1615) e le Nozze Chimiche di Christian Rosenkreutz (1616). Riconosciamo dunque l’esistenza di un vero Ordine Rosa+Croce da cui sono derivati i vari Ordini Rosicruciani per ispirazione. La Societas studia il simbolismo Rosicruciano, in tutte le sue molteplici forme, il quale indica le vie che conducono l’uomo, cacciato dal Paradiso Terrestre, nuovamente al Centro della Croce, il punto dove gli opposti si incontrano, il punto dove sboccia la Rosa.

Il fine della Societas Italica Rosae+Crucis consiste nello studio, nella coltivazione e nella pratica di tutti i rami della tradizione del mistero occidentale in una luce rosicruciana. La Societas raccomanda e promuove lo zelante studio di tutte le branche della Tradizione dei Misteri Occidentali: alchimia, spagiria, astrologia e cabala; delle quali la tradizione Rosicruciana rappresenta la summa e sintesi, e dunque il superamento di ogni punto di vista divergente. Il Rosicrucianesimo della Societas implica la comprensione e l’attuazione tanto della Via Magica che della Via Mistica, trascendendole entrambe per mezzo della Via Mediana al fine della restaurazione dell’Uomo Universale originario. L’Ordine è aperto agli uomini e alle donne, ai massoni e ai non massoni, sono l’età del consenso e della fede nella Santa Trinità del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e in Gesù Cristo come Redentore.

I gradi della Societas Italica Rosae+Crucis sono:

Primo Ordine:

  • I° Zelator
  • II° Theoricus
  • III° Practicus
  • IV° Philosophus 

Secondo Ordine:

  • V° Adeptus Minor
  • VI° Adeptus Major
  • VII° Adeptus Exemptus 

Terzo Ordine:

  • VIII° Magister Templi
  • IX° Magus

A partire dal grado di Philosophus è possibile accedere, tramite invito, ad altri ordini interni collegati alla tradizione Rosicruciana.