Chi siamo?

cruz

La Societas Italica Rosae+Crucis nasce in un epoca fervida in cui le costituzioni astrologiche e gli influssi mistici ed esoterici apparivano propizi nell’esternare la costituzione della fratellanza Rosacroce nel mondo delle apparenze naturali.

Il compito dei Fratelli anziani è quello di agevolare il percorso filosofico ed iniziatico accogliendo coloro che in grande serenità, desiderio e impulso interiore vengono guidati all’evoluzione.

Il fratello e sorella che si ricongiungono intensamente alla Mistica Unione dei Rosacroce  sotto questa Società Italica, consente l’ascesa esteriore ed interiore dei gradi vari filosofici, ermetici ed alchemici , usando il proprio crogiolo del Cuore, della Libera spontaneità, della corretta visione per ottenere la Reintegrazione, così cara ai Maestri Passati, ai Vegliardi e Guardiani della Porta, che assistono insieme alle Potenze Spirituali il cammino dell’Umana Specie.

Carico di forte interiorizzazione, il fratello Rosicruciano si muove nel cospetto dell’Altissimo, compiendo la propria opera di trasmutazione.

Nigredo, primo stadio immutabile, trasformatore saturneo della materia fa morire il nostro ego, attendendo la bellezza dell’Alba Mattutina, Sole bianco, Albedo dell’anima, che forte della sua rinascita compie l’opera nel meriggio in cui il Sole, irradiando della sua dorata luce, maturando nelle sue forze, suscita l’arcano sacrificio nel Rosso, Rubedo miracolo della materia rinnovata, moltiplicatore poi di saggezza immutabile, Forza Divina.

Questa forma esoterica della elaborazione alchemica dovrebbe essere uno spunto alla nostra condizione di appartenenza alla Fratellanza Rosicruciana, non solo in questo mondo così com’è manifestato.

La Societas Italica Rosae+Crucis è anche questo, una manifestazione esteriore del cuore della Rosa sbocciata sulla Croce, che non può essere perpetuato solo a parole ma dev’essere vissuto interiormente fra gli appartenenti a questa antica Tradizione, che silenziosamente camminano accanto ai propri simili in questa manifestazione.

11.jpg

La Societas Italica Rosae+Crucis nasce nel marzo 2017 a Fresonara (Alessandria), con membri provenienti da altre realtà esoteriche e massoniche. Il primo Tempio è dedicata all’alchimista veneziano Federico Gualdi (ca. 1600-1690). L’iniziativa incontra eco favorevole nel mondo rosacrociano, e nel giro di due anni nascono il Tempio Marchese Palombara a Roma, il Tempio Stanistlas de Guaita a Bassano del Grappa (Vicenza), il Tempio Virgilio Mago a Lamezia Terme (Catanzaro), il Collegium Hibernia a Dublino (Irlanda), il Collegium Helvetia ad Ambach (Svizzera), il Collegium Summum Bonum a Mindanao (Filippine), il Collegium Mu a Manila (Filippine), il Collegium Hispania a Granada (Spagna) e il Collegium Gallia a Nizza (Francia).

La Societas si definisce un ordine cristiano esoterico indipendente, non collegato ad alcuna obbedienza massonica, che coltiva la tradizione rosacrociana, con particolare riferimento al cenacolo che aveva operato in Italia nel secolo XVII sotto la guida di Federico Gualdi con il patrocinio della Regina Cristina di Svezia (1626-1689), esiliata a Roma, al quale sarebbero appartenuti Giuseppe Francesco Borri (1627-1695), Francesco Maria Santinelli (1727-1697), Massimiliano Savelli Palombara (1614-1685).

Le condizioni per appartenere all’ordine, che è aperto agli uomini e alle donne così come ai massoni e ai non massoni, sono la maggiore età e la dichiarazione di riconoscere la Santissima Trinità di Padre, Figlio e Spirito Santo e Gesù Cristo come Redentore.

L’ordine propone un sistema iniziatico per gradi, che distingue un Primo Ordine, con i gradi di Zelator, Theoricus, Practicus e Philosopus; un Secondo Ordine, con i gradi di Adeptus Minor, Adeptus Major e Adeptus Exemptus; e un Terzo Ordine, con i gradi di Magister Templi e Magus. I rituali di tempio prevedono un Celebrante, un Esponente, un Suffragante, un Guardiano della Soglia e quattro Antichi, denominati del fuoco, dell’acqua, dell’aria e della terra. La Societas è retta da un Supremus Magus, “primus inter pares”, coadiuvato da un collegio di tre Magi. Il Supremus Magus designa il proprio successore, nonché gli altri componenti della gerarchia.

Oltre al desiderio del membro e alla decisione gerarchica, il passaggio a un grado superiore richiede la stesura di un breve saggio scritto su un tema che rientri nell’ambito dell’esoterismo occidentale. L’intervallo minimo di tempo per il passaggio di grado nel Primo Ordine è di un anno, nel Secondo Ordine è di tre anni, fino al grado di Adeptus Exemptus, che può essere conferito solamente dopo un percorso di almeno sette anni all’interno della Societas. I gradi del Terzo Ordine sono amministrativi e conferiti con decisione unanime di chi ne è già membro.

La Societas raccomanda e promuove lo studio di tutte le branche dell’esoterismo occidentale: alchimia, spagiria, astrologia, cabala, e così via.

Ulteriori informazioni:

CESNUR

Wikipedia

Immagine

Segui il blog della Societas Italica Rosae+Crucis

Per ricevere i nostri nuovi articoli nella tua casella di posta…